Redazione Vital Donna| Mail: staff@vitaldonna.com



Cure termali per i bambini

 

bambini terme

Le Infezioni Ricorrenti delle alte vie respiratorie colpiscono il 3% circa dei bambini tra i 3 e i 5 anni che si ammalano più frequentemente del normale, cioè più di 6 volte all'anno (mediamente una volta a mese) durante il periodo che va da settembre ad aprile.
Queste infezioni (Otiti ricorrenti, Riniti, Flogosi nasali e bronchiali) colpiscono soprattutto i bambini che vivono in grandi città o in luoghi fortemente inquinati da polveri sottili (PM10, PM 2,5). Quando queste infiammazioni si complicano con Otiti ricorrenti o Sinusiti croniche ci sono buone motivazioni per accedere alle cure termali in età pediatrica.

Le Infezioni Ricorrenti alle vie respiratorie
Il quadro di questo tipo di infezioni è costituito da una serie di episodi acuti: Infezione aspecifica a carico delle prime vie aeree, Faringotonsillite, Otite media, Laringite, Infezioni delle basse vie aeree. In alcuni casi queste infezioni sono a carico di un determinato distretto (ad esempio le Otiti ricorrenti), in altri casi lo stesso bambino presenta di volta in volta manifestazioni cliniche diverse.
I principali meccanismi di sviluppo delle Infezioni Ricorrenti delle vie respiratorie sono dovuti a fattori ambientali (socializzazione precoce, elevato numero di conviventi, inalazione di fumo passivo, inquinamento ambientale, stagione climatica); ma possono anche essere i fattori immunologici ad entrare in gioco.
È bene sottolineare che non esiste una alterazione immunologica tipica del bambino con Infezioni Ricorrenti Respiratorie ma la difesa immunologica può essere più o meno lenta ed efficace a seconda della gravità e della frequenza dell'infezione che abbassa il potere difensivo nei confronti dei virus e batteri (circolo vizioso); non si può invece parlare in questi casi di una reale immunodeficienza, stabile e costitutiva, del bambino.
La condizione del bambino affetto da Infezione Respiratoria Ricorrente è una condizione benigna che tende a correggersi con l'età scolare; sono esclusi dalla definizione i casi di bambini con patologia costituzionale ben definita e non destinata a correggersi con lo sviluppo e cioè le vere immunodeficienze primitive, quali la Fibrosi Cistica, le Sindromi da dismotilità ciliare, le anomalie anatomiche a carico delle vie aeree.

Se l'infezione persiste
I principali accorgimenti da adottare in caso di Infezioni Ricorrenti delle vie respiratorie partono prima di tutto dal bandire assolutamente il fumo passivo negli ambienti confinati; può inoltre essere consigliata la temporanea sospensione della frequenza dell'asilo o della scuola materna (dell'ordine di settimane, mai permanente!) qualora la ricorrenza dei disturbi respiratori come la tosse, sia secca che catarrale, causi problemi clinici o familiari superiori ai vantaggi della scolarizzazione; infine si può cercare di intervenire con l'adozione di misure di contenimento dell'esposizione ad allergeni (acari, muffe, epiteli, ecc.) nei bambini anche allergici.
Qualora il recidivare delle infezioni non recedesse dopo la soppressione dei fattori ambientali sfavorevoli, è indicato ricorrere ad accertamenti di base semplici ma significativi come emocromo con formula leucocitaria, dosaggio immunoglobuline sieriche (IgG, IgA, IgM), VES, PCR. La loro accertata negatività deve rassicurare i genitori che a questo punto, dopo aver verificato che l'applicazione di queste raccomandazioni comportamentali non abbia sortito benefici importanti nel bambino, possono prendere in considerazione il trattamento termale come valido strumento terapico.

Le cure termali in età pediatrica
Le cure termali sono consigliate in maniera più frequente nelle patologie con abbondante secrezione di muco; la loro funzione prevalente è quella della fluidificazione; si possono così inserire nelle strategie di prevenzione della ricorrenza della patologia di cui soffre il bambino. La terapia termale può essere di grande aiuto, anche per risolvere il problema delle patologie della tuba e dell'orecchio medio.
I bambini che si recano alle Terme dovrebbero trovare un reparto a loro dimensione dove possano essere trattate molte tra le patologie respiratorie più frequenti sopra indicate. Nelle forme respiratorie sono particolarmente indicati gli stabilimenti termali che sfruttano le acque sulfuree e le acque salsobromoiodiche; come nelle forme cutanee le acque con bicarbonato-calcio-magnesio che sembrano essere le più efficaci.

Le cure termali inalatorie indicate nell'infanzia sono:
? Inalazioni a getto diretto: l'acqua viene nebulizzata dal vapore costituendo un aerosol caldo umido che fluidifica le secrezioni e deterge la superficie delle mucose delle alte vie respiratorie.
? Aerosol humage: l'acqua termale finemente frammentata viene inalata con il gas in essa contenuto.
? Doccia nasale misconizzata: finissime goccioline sotto pressione effettuano un lavaggio del distretto naso-faringeo. Il getto diretto o pressurizzato è sconsigliato in chi soffre di Asma Bronchiale perché può stimolare una reattività diretta sulla mucosa bronchiale.
? Politzer crenoterapico: si utilizza un'oliva nasale che convoglia l'idrogeno solforato nell'orecchio medio, attraverso la tuba uditiva; è un'alternativa all'insufflazione endotubarica, nei casi in cui quest'ultima risulti essere difficoltosa o mal tollerata; utile nella Sordità conseguente a Rinosinusiti Ricorrenti (Sordità rinogena).
L'acqua termale può essere una risposta naturale, favorendo la secrezione e svolgendo un'azione antinfiammatoria sulle mucose, favorita dall'appropriata modalità di esecuzione; facendo ben attenzione a non effettuarle quando la patologia da curare è in fase acuta e nei casi in cui vi siano patologie concomitanti non ancora ben compensate farmacologicamente o in caso di gravi patologie croniche (come può essere l'Asma Bronchiale grave).
La struttura termale, che si candida ad un ruolo di eccellenza nella cura del bambino con patologia respiratoria ricorrente, deve attrezzarsi con competenze specialistiche pediatriche per prevenire i disturbi legati alla patologia ricorrente sofferta e per poter completare gli aspetti diagnostici, terapeutici, preventivi ed educazionali o consigliare eventualmente i Centri di eccellenza più vicini per ricorrere a tali approfondimenti.
Alle Terme il bambino dovrebbe trovare una cura specifica alla patologia ricorrente, offerta da un personale che gliela proponga in modo giocoso in spazi dedicati e organizzati in modo tale da offrire la possibilità di una moderna diagnostica pediatrica; dovrebbe poi essere data al bambino e alla sua famiglia la possibilità di tornare a casa forniti delle informazioni opportune per limitare i disturbi causati dalla patologia ricorrente specifica.
Se svolti in modo adeguato e competente, i trattamenti termali per il bambino possono offrire un utile strumento di cura e di riduzione del consumo di farmaci.

 

Site Sponsors




Iscriviti alle NewsLetter !

Inserisci il Tuo nome e la Tua email

Digital Newsletter

Per iscriversi click here ».