Redazione Vital Donna| Mail: staff@vitaldonna.com



La dieta antirughe.

 

dieta antirughe

Se dopo una dieta l'epidermide è avvizzita, i cosmetici da soli non bastano: occorre integrare l'alimentazione con i cibi che combattono i radicali liberi…

Succede, soprattutto dopo una dieta, che in certi punti del corpo e del viso la pelle presenti un aspetto privo di tono, quasi che le cellule epidermiche fossero state “svuotate” dal repentino dimagrimento. Quando i tessuti sono “denutriti” a causa di un regime alimentare sbilanciato, la formazione di rughe e di atonicità è una conseguenza quasi inevitabile: per questo, sia quando si modifica la dieta per perdere peso sia nell'alimentazione quotidiana, è indispensabile consumare quei cibi freschi - di cui soprattutto l'estate è generosa - che mantengono la giusta idratazione e l'elasticità della pelle, conservandole un aspetto giovane e tonico.

I quattro alleati per una pelle soda

- Gli antiossidanti, che conservano le cellule giovani: si trovano nei cavoli, broccoli, pomodori, mele, pere, fragole, melone, albicocche, uva

- I bioflavonoidi, che rallentano la degenerazione dei tessuti: li trovi nella soia, nei fagioli, nei cavolini di Bruxelles e nelle olive

- L'acqua e le tisane, che idratano i tessuti

- Le fibre, che favoriscono il funzionamento dell'intestino e “ripuliscono” l'organismo, evitando l'accumulo di tossine. Le trovi nel pane integrale, nei legumi, nei cereali

Frutta e ortaggi freschi e crudi combattono i radicali liberi

Fra i principali responsabili dell'invecchiamento delle cellule (e quindi della perdita di tono della pelle) ci sono i radicali liberi. Sono delle molecole (spesso di ossigeno) capaci dei modificare l'equilibrio elettrico e la struttura cellulare. In pratica, come agiscono? Poiché tendono a perdere elettroni, fanno di tutto per recuperarli dalle cellule vicine. Le cellule ossidate possono diventare allora facilmente aggredibili e irrimediabilmente danneggiate. La pelle si rinnova frequentemente: ogni mese quando si hanno 20-25 anni, il doppio del tempo quando se hanno 60. I radicali liberi fanno sì che il ricambio fisiologico sia rallentato e minano l'integrità del collagene, la proteina che mantiene il tono e l'elasticità della pelle .

Ogni carenza legata ad un disequilibrio alimentare ha una ripercussione diretta sulla qualità della pelle e sull'azione distruttiva dei radicali liberi. Per combatterli, vitamine e minerali svolgono un ruolo fondamentale: il corpo riesce a smaltire i radicali liberi proprio grazie all'azione di particolari enzimi che possono essere potenziati con l'aiuto dei principi attivi presenti in alcuni particolari cibi. Fra questi ci sono il selenio, lo zinco, i tocoferoli che formano la vitamina E, la vitamina C e il betacarotene che sarà poi trasformato nel corpo in vitamina A. Alternando i vari tipi di cibi che li contengono, andrebbero consumati ogni giorno.

Vitamina A: è un antiossidante e aiuta a rinforzare le unghie e i capelli, a proteggere l'epidermide dal sole, a mantenere la pelle sana e compatta. La si trova nelle albicocche, nel melone, nelle pesche, nelle carote, nella zucca, nell'olio di fegato di pesce, nelle banane, nei latticini, nelle uova.

Vitamine del gruppo B: benefiche per il sistema nervoso, hanno un effetto antiossidante e aiutano nella crescita. Si trovano nel lievito, nei cereali integrali, nel pesce, nelle uova,  nel latte, negli ortaggi.

Vitamina C: è un grande antiossidante che rinforza le difese immunitare, protegge i vasi sanguigni e i capillari e possiede un'azione efficace contro lo stress. La si trova in tutti gli agrumi (limoni, arance, mandarini, pompelmi), nei kiwi, nei pomodori, nelle verdure a foglia verde, nei cavoli, nelle fragole.

Vitamina E possiede un'azione antiossidante notevole e interviene contro la degenerazione delle cellule. La si trova nei germogli di soia, nel germe di grano, nell'olio di oliva, nei broccoletti, nelle uova, nei cereali integrali. Come le vitamine, anche gli oligoelementi si possono assumere sottoforma di integratori. È molto più utile (e pratico) “gustarli” attraverso i cibi. Per la salute della pelle sono indispensabili selenio, cromo e zinco.

Selenio: mantiene l'elasticità del tessuto connettivo, è un potente antiossidante. È presente nel germe di grano, nella crusca, nel lievito di birra, nel tonno, nelle cipolle, nei broccoli.

Cromo: è un antiossidante e un antipertensivo. Il consumo di forti quantità di zucchero esaurisce le riserve di cromo. Lo si trova  nei crostacei, nel lievito di birra, nel fegato di manzo.

Zinco: è essenziale per il buon funzionamento delle cellule e del sistema circolatorio. Lo si trova in noci, nocciole e mandorle, nei semi di girasole, nel germe di grano, nel lievito di birra, nelle uova.  

 

Site Sponsors




Iscriviti alle NewsLetter !

Inserisci il Tuo nome e la Tua email

Digital Newsletter

Per iscriversi click here ».